15minutidi Elsi Perino x Lovers Film Festival


   Da Emilia - Guarda la piantina corso san maurizio, 47 - Torino




15minutidi Elsi Perino x Lovers Film Festival

"In principio non avevamo la televisione. La sera era nera e resisteva soltanto il vociare delle case di fianco, delle case di sotto e di sopra, delle case davanti con tutte le luci."

Elsi Perino presenta Lovers Film Festival - Torino Lgbtqi Visions

Questo Festival muove i primi passi nel 1985, poco dopo la nomina di Marziano Marzano ad Assessore alla Cultura del Comune di Torino. Con coraggio e nonostante le molte polemiche, Marzano sostiene il progetto di Ottavio Mai e Giovanni Minerba, giovani filmaker determinati a dare visibilità anche in Italia alle opere cinematografiche a tematica GLBT, troppo spesso senza una distribuzione. “Da Sodoma a Hollywood” nasce così nel1986, ottenendo anche il contributo della Provincia di Torino e della Regione Piemonte, oltre all’importante sostegno artistico e culturale di altre realtà italiane ed estere presenti sul territorio.

Nata in un primo momento come rassegna-vetrina, nel 1989 la manifestazione si trasforma in Festival ed ottiene presto il riconoscimento del Ministero del Turismo e dello Spettacolo. Dal 2006 è passato sotto la gestione del Museo Nazionale del Cinema di Torino e negli ultimi anni la sua risonanza è costantemente cresciuta, arrivando a superare le 40.000 presenze annuali dall'edizione del 2008.
Fin dall'inizio il Festival ha avuto tra i suoi obiettivi non soltanto quello di presentare film in anteprima nazionale, ma soprattutto quello di dare visibilità tanto ad un cinema che altrimenti non avrebbe alcuna possibilità di circuitazione in Italia, quanto a promettenti artisti provenienti da tutto il mondo, sempre mantenendo uno stretto legame anche con lo spettatore “comune”.

Ogni anno il Festival presenta oltre 100 titoli tra opere in concorso, retrospettive, omaggi, eventi speciali e focus tematici cari alla comunità GLBT. Nel corso dei suoi ventisei anni la manifestazione ha visto la partecipazione di artisti del calibro di Gus Van Sant, Claudia Cardinale, Eytan Fox, Derek Jarman o Christophe Honoré, in alcuni casi invitati per rendergli omaggio, in altri “scoperti” quando ancora muovevano i primi passi nel mondo dello spettacolo.
Dal 2010 è stato istituito il Premio Dorian Gray, una statuetta appositamente ed originalmente realizzata dal maestro Ugo Nespolo, destinato a personalità che durante la loro carriera si sono distinte per il loro supporto alla causa GLBT. James Ivory, Lindsay Kemp e Luciana Littizzetto sono stati i primi tre artisti insigniti del riconoscimento.