Acid Arab! Nostri i Corpi Nostre le Città & LaRoboterie


   SPIN TIME LABS - Guarda la piantina Via Statilia, 15 / Via S. Croce in Gerusalemme, 55 - Roma




Acid Arab! Nostri i Corpi Nostre le Città & LaRoboterie

Sabato 21 Aprile 2018
Nostri i corpi nostre le città & LaRoboterie
presentano

International Guest Duo Live, Francia

◉ ACID ARAB ◉
+
◉ Hugo Sanchez & Lola Kola [Tropicantesimo]
◉ Yva & the Toy George
◉ -ELETTRONOIR-
◉ produkkt
◉ Georgia Lee
◉ Lilith Primavera
◉ Impy

e con
◉ Iwanda Sbelletti Pellegrino Super Star
◉ St.RoboT
◉ Backdrifter
◉ VIDEO: Robeat
◉ Nino Giordano & Renbooks
◉ Kaleydoskop - Turchia, Cultura e Società
◉ Luca Hunter 'A4est' Multimedial Installation
◉ Anto Superanto 'Doppia Esposizione'

◉ LIVE MUSIC ◉ DJ SET ◉ PERFORMING ARTS ◉
◉ ART EXPO & LIVE ACT ◉ BOOKS ◉

Apertura ore 20:30

Sabato 21 Aprile festeggeremo il Natale di Roma con un’edizione speciale di Nostri i Corpi Nostre le Città. Useremo la festività laica legata alla fondazione della città di Roma per cercare di dar vita ad un viaggio ideale che unisca i corpi alla musica, la sessualità al ritmo, le differenti sonorità all’autodeterminazione di sé e alla coscienza del proprio essere, tracciando un itinerario ben preciso che ci porti dalla Turchia al Libano, dalla Siria ai Balcani, dai Tropici al Nord Africa, dalla Palestina all’Egitto celebrando le diversità come la ricchezza più grande che oggi una città come Roma possa avere al suo interno.

Lo faremo con del vero e proprio materiale resistente, con una line up incredibile che vedrà susseguirsi sui nostri palchi gli Acid Arab, incredibile formazione francese che unisce la techno più acida alla tradizione dei canti arabi, delle litanie curde e delle ballate libanesi, ma anche Hugo Sanchez e Lola Kola, pronti ad incantarci con le loro suggestioni e con le visioni del loro incredibile universo musicale senza confini che segnerà l’ideale prosecuzione del viaggio di Guido Minisky e di Hervé Carvalho portandoci dal parallelo di Tropicantesimo verso nuove latitudini.

Ci saranno le presentazioni di tre nuove uscite discografiche, la prima è una musicista incredibile che arriva da Belgrado, Yva & The Toy George e che presenterà il suo disco ‘Slavia Divinorum’, accompagnandoci dal confine dei Balcani e mischiando la tradizione musicale serba a nuove e imprevedibili sonorità elettroniche. I secondi saranno gli Elettronoir che porteranno il live del loro nuovo album 'Suzu'. Formazione storica, amore antico, tutte le loro produzioni parlano di passioni e lotte, 'Suzu' racconta l’umanità ai tempi della disumanizzazione, quadri netti che parlano dell’uomo, della guerra, dei sentimenti, della musica stessa, dalla Siria alla Palestina. Ospitarli sarà un viaggio nel viaggio con la qualità e l'intelligenza che solo le grandi produzioni possiedono. Il terzo invece arriva da Roma ed è legato a LaRoboterie sin dagli inizi del progetto, Produkkt. Nel mese di aprile uscirà il suo ultimo lavoro ‘Peaceful Again’ su Cinevox Records e insieme a quello proprio in questa data potremo svelare una sorpresa legata a quest’uscita discografica. Il suo nuovo live sarà un’esplosione di potenza incredibile.

Tra gli artisti protagonisti di questa interminabile kermesse ci saranno anche i due terzi di un progetto che amiamo sin dagli inizi, U-Kabarett, e cioè Impy e Lilith Primavera oltre ai resident de LaRoboterie, St.Robot e Backdrifter. Lilith sarà anche una delle due vere e proprie madrine di quest’edizione, a fianco dalla nostra Iwanda Sbelletti Pellegrino. Saranno loro ad introdurre i vari ospiti, non solo musicali, sin dalle 20:30.

Avremo con noi il nostro partner di sempre, la Renbooks di Nino Giordano, prima casa editrice italiana di fumetti e graphic novel queer, Robeat che si occuperà delle video-proiezioni durante tutti i live e i dj set, ma ospiteremo anche le amiche e gli amici della rivista Kaleydoskop - Turchia, Cultura e Società con i quali parleremo di queer e medio oriente. Saranno esposti alcuni lavori di Antonio Pascucci dalla sua mostra ‘Doppia Esposizione’, un lavoro ironico e tagliente sul ruolo della censura all’epoca dei social network che propone immagini erotiche rielaborate aggiungendo elementi inaspettati per coprire le parti intime, una vera e propria provocazione al dilagare di perbenismo e 'paura' di mostrare corpi nudi e ci sarà una meravigliosa installazione multimediale di Luca Hunter.

Sarà il nostro Natale di Roma e ci auguriamo che le culture si mischino davvero per dare vita a un trionfo di collettività, a un evento in cui la libertà di espressione di se stessi e del proprio pensiero sia il vero unico e imprescindibile manifesto.

→→→ More Info Soon ←←←

MADE BY & FOR QUEER AND FREE PEOPLE

Altri eventi nei dintorni