Stasera: Mykki Blanco Live! Nostri i Corpi Nostre Le Città & LaRoboterie


   Nostri i corpi nostre le città
   SPIN TIME LABS - Guarda la piantina via santa croce in gerusalemme, 44 - 46 - Roma




Stasera: Mykki Blanco Live! Nostri i Corpi Nostre Le Città & LaRoboterie

SABATO 24 MARZO
Nostri i corpi nostre le città
Festival di Cultura Queer
c\o SPIN TIME LABS

◉ LIVE MUSIC
Mykki Blanco \ [!K7/Dogfood Music Group]
H.E.R. + PM
Holiday INN - Holiday INN

◉ DJ SET
St.RoboT
Lady Maru
Kal-El aka Giorgio Superman Berlin Invasion
Backdrifter

◉ PERFORMING ARTS
Iwanda Sbelletti Pellegrino Super Star
Stabat Queer - di Pierugo Le Bon
Ambrita Sunshine

◉ ART EXPO & LIVE ACT
Frad
Habemus Porno - Derooms
Voglia

◉ BOOKS
'Non Facciamone un Lesbodramma' di Frad, pubblicato da Renbooks.

MYKKI BLANCO

È estremamente difficile tradurre in parole il vastissimo universo artistico di Mykki Blanco. Drag queen, rapper gay, poeta urbano queer, travestito, pop star sieropositiva, i media non si sono mai risparmiati e hanno cercato da sempre di definirlo e chiuderlo dietro una generica etichetta. Ma il suo mondo di espressione artistica non ha confini e il suo impegno sociale e politico è grande quanto il suo coraggio e la sua determinazione. Mykki è un vero e proprio artivista. La sua arte è coraggiosa e feroce, lui è istrionico e imprevedibile e si è trasformato già infinite volte, continuando a farlo anche oggi sia sul palco che nella vita. I suoi testi sono una fotografia chiara e crudele di un’umanità in declino, l’odio e il razzismo sono i mostri contro cui le sue rime cercano incessantemente di combattere. Quando un anno fa lo abbiamo incontrato di persona e abbiamo parlato con lui per la prima volta quello che ci disse è che sarebbe voluto tornare in Italia portando la sua musica in un luogo non convenzionale, fuori dai club, fuori dai locali e dalle discoteche. Ci chiese esplicitamente di fargli conoscere posti reali, attivi, con una coscienza sociale e politica viva e ben definita. Noi gli parlammo di “Nostri i Corpi Nostre le Città”, del percorso iniziato due anni fa e proseguito attraverso le esperienze vissute in tutti gli spazi occupati con cui abbiamo avuto la fortuna di collaborare e lui si innamorò dei nostri racconti, degli artisti che si erano succeduti sui nostri palchi, delle storie che eravamo riusciti a raccontare fino a quel momento. E così siamo arrivati ad oggi e finalmente abbiamo l’occasione di ospitarlo a Roma, allo Spin Time Labs, per la nuova edizione del nostro Festival Queer. Il suo non sarà solo un concerto durante la giornata verrà anche presentato il suo nuovo documentario, “Out of this World” diretto da Matt Lambert per i-D, in cui Mykki stesso esplora la comunità e la cultura queer del Sud Africa, un vero e proprio viaggio attraverso la sessualità, la politica, l’umanità e l’identità di un intero paese. Un paese davvero complesso e difficile da inquadrare, un film interessantissimo che si muove attraverso gli occhi, la testa e il cuore del nostro incredibile ospite di questa nuova edizione.

HER

H.E.R. è un’artista incredibilmente poliedrica, attrice, musicista, cantante, polistrumentista. È la bambola rotta che da un decennio ormai incanta il pubblico di ‘Dignità Autonome di Prostituzione’, lo storico spettacolo teatrale di Luciano Melchionna, ma è anche autrice di importanti produzioni musicali che nel corso degli anni l’hanno fatta diventare un punto di riferimento per la musica d’autore italiana. La sua anima musicale è camaleontica e la potrete incontrare tra le luci soffuse di una conventicola di ultramoderni come dentro ad un club techno, dietro il piano sul palco di un teatro, di fianco alla consolle di un rave in un capannone industriale oppure a suonare nel nuovo disco di Morrissey, ex frontman degli storici Smiths, uscito lo scorso anno. Il suono del suo violino resta inconfondibile, la sua voce riesce a legarsi alle ritmiche più violente come alle melodie più dolci e profonde. I suoi live set con LaRoboterie sono sempre sorprendenti e svelano completamente insieme a lei la doppia anima del nostro progetto. Her è arte, magia, carisma e sarà la regina di questa edizione di ‘Nostri i Corpi Nostre le Città’ e ci offrirà alcuni mini show-case in tutti gli ambienti dello Spin Time proponendoci i suoi nuovi pezzi del progetto electro insieme a PM oltre a cover storiche e al suo live set techno insieme a St.Robot, leggendari da quasi un decennio ormai.

HOLIDAY INN

Un live degli HOLIDAY INN è sempre un’esperienza, Bob Junior [Trans Upper Egypt - Bobsleigh Baby - Hiss] alla tastiera e drum machine e Gabor [Aktion - Metro Crowd] alla voce, riescono a prenderti di peso e trascinarti nelle loro derive anarchiche di synth acidi e melodie lancinanti, delay aggressivi e un’attitudine punk che raggiunge intensità sbalorditive. Il loro discorso musicale è complesso e articolato e, nonostante i numerosi riferimenti, la cosa che rende leggendario questo progetto minimal synth punk nato nella zona est di Roma è l’originalità che esplode unendo le loro due incredibili personalità di artisti e musicisti. Ogni suono trova il suo spazio in una visione globale che contiene pause, distorsioni, effetti, grida, melodia e bassi. L’energia di questo loro incantesimo di suoni si manifesta nella sua interezza proprio durante i loro dirompenti live, il microfono di Gabor diventa una vera e propria arma che si muove in una danza primitiva insieme a lui e a tutti noi che abbiamo il privilegio di essere investiti dalla loro potenza. HOLIDAY INN ha le forme e i segni che hanno lasciato gli abusi edilizi di una periferia romana ormai promessa a grandi sviluppi. Trasudano contemporaneità delle nostre strade, con una qualità e profondità compositiva davvero rare.


BODY PERFORMANCES
> NCNC\Performance: Stabat Queer
EXHIBITON
> NCNC\Art Exhibition\Habemus Porno
LIVE CONCERT
DJ SET
SOCIAL RIGHTS

MADE BY AND FOR QUEER AND FREE PEOPLE
<3
ENTRY < SOTTOSCRIZIONE 7 EURO
Artwork: Gana • http://instagram.com/gana.art/