The Official Gender Bender Party • Gender Bender & LaRoboterie


   LaRoboterie
   Cassero LGBT center - Guarda la piantina Via Don Minzoni 18 - Bologna




The Official Gender Bender Party • Gender Bender & LaRoboterie

VENERDÌ 27 OTTOBRE
Gender Bender International Festival & LaRoboterie
presentano:

THE OFFICIAL GENDER BENDER PARTY

Dj:
Jacob Meehan [Buttons, Berlin]
St.RoboT [LaRoboterie]
Blackdrifter [La Roboterie]

Live:
OpaOpa aka Invasioni Balcaniche

Special Gender Bender Performance:
“Light” di Elena Biagini

Vj & Grafica:
Madlen_000


Gender Bender stringe un inedito sodalizio artistico con La Roboterie, il party techno queer per eccellenza, nella creazione di un evento davvero speciale. La line up è fittissima e vede coinvolte le due anime della crew romana, St.Robot e Blackdrifter, che affiancheranno il dj guest della serata, Jacob Meehan. Jacob è stato resident del leggendario Smart Bar di Chicago, e, dopo essersi trasferito a Berlino, ha dato vita, insieme al proprio partner, a uno dei più importanti eventi queer della capitale tedesca, Buttons, che ogni mese popola per tre giorni di seguito il famigerato About:Blank. Ci saranno poi due momenti performativi: il live delle Opa Opa vera e propria rivelazione della scena elettro/hip-hop, duo femminile metà serbo e metà albanese che proporrà in esclusiva per Gender Bender una performance piena di tutte le loro sonorità che vanno dal pop alla dance, all' hip-hop, al turbo folk e alla tallava, sfacciatamente queer e ad alto contenuto esplosivo. E per finire una performance prodotta da Gender Bender appositamente per questo evento, “Light” di Elena Biagini, una coreografia di gruppo pensata per il dancefloor.

_____________________________________________________________________

BIO:

OpaOpa aka Invasioni Balcaniche:
OPA OPA aka INVASIONI BALCANICHE è un progetto nato nel 2011, dall’incontro della poetessa/performer Jonida Prifti (Albania) e della musicista/compositrice Iva Stanisic (Serbia), in cui le due fanno selezioni musicali dei propri paesi d'origine, dai brani tradizionali a quelli più recenti, con una variazione tra pop, dance, hip hop, turbo folk, tallava etc. Il senso del progetto è giocare sulle ambiguità e i malintesi che ci sono storicamente e culturalmente tra i due paesi d’origine, ma allo stesso tempo sulle similitudini dell’arte e degli usi e costumi. Inoltre, cercano di ironizzare sulla condizione da immigrate e l’impatto con la cultura italiana. Hanno entrambe diversi progetti individuali, Jonida con Acchiappashpirt (poesia sonora), Iva con Yva & The Toy George (elettronica, pop). Nel 2015, decidono di produrre brani propri ispirandosi alle sonorità dei loro paesi e iniziano a esibirsi live sotto il nome di OPA OPA, in diversi festival o eventi musicali come ad esempio “Kiss&Go” (Istituto Svizzero), “Villa Ada”, “Santarcangelo Fest”, “Ex Dogana” “Short Theatre” (Macro – La Pelanda) etc. Sono state intervistate da “Vice Italia - Noisey”, “Post Pravda” (Dublino), “Termini TV”, per la rivista cartacea albanese “Mapo Madame” ect . A breve uscirà il 45 giri per Filibusta Records.